Una bimba scrive... - I Karaoke di Carlo Maria! Canzoni per tutti i gusti! Midi gratuiti! Piccole sorprese! 
   

Tuo IP:

 
 

Visite totali:

 

Visite di oggi:

 
 

 

Home page
Contatti
Tommy e le sue avventure
Il mare
Il tramonto
L'inverno
Le colline azzurre

 

Pensieri di Gaia

 

Ecco il "primo libricino" scritto al computer da Gaia, la bimba di 9 anni che vedete nella foto. Ha fatto tutto da sola, ispirandosi a immagini prelevate da internet. LEGGETE!!!

Tommy, era un tenero e grazioso orsetto polare nato al polo sud. La sua mamma si chiamava Rosa ed il suo papà Orlando. Tommy però aveva un difetto: da quando era nato gli veniva sempre una grossa emicrania! Un giorno l’orsetto incontrò Lilli, una dolcissima orsetta dagli occhi azzurri! Giocavano sempre insieme, i loro giochi preferiti erano nascondino e “acchiapparella!” I due orsetti non sopportavano i loro genitori, per questo scappavano sempre sul fondo dei ghiacciai più profondi per non farsi trovare! Crescendo, Lilli e Tommy provarono un sentimento sempre più profondo e credo che avrete compreso che cosa accadde in seguito… Quante volte Tommy aveva chiesto a Lilli: <<Oh amor mio, vuoi tu sposarmi?>> Lilli, comprendeva tutto ciò e accettava, ma non si poteva mai organizzare il matrimonio per via del ghiaccio… Finalmente dopo due anni di attesa, gli orsetti (chiamiamoli orsetti poi) si sposarono e Tommy visse felice per tutta la vita! Un’altra avventura di cui Tommy fu il protagonista era quella del suo viaggio nel tempo. Un giorno l’ orsetto trovò per caso in una discarica sotterranea una strana macchina ingiallita dal tempo. Bum, bum… dalla macchina uscì uno strano piccolo uomo: il professor Van Dan. L’orso e il professore diventarono molto amici e fecero grandi conoscenze! Un giorno il professore chiese all’orso se voleva fare un viaggio nel tempo. L’orso rispose di sì e da lì cominciò la vera e propria avventura di Tommy! Salirono nella macchina del tempo e…Oh mamma! Si ritrovarono nel 3000 A.C. A quell’epoca vivevano i romani, una popolazione che si dedicava alla guerra. Tommy si chiese come mai si fosse ritrovato in quel periodo. Aveva tanta paura ma la superò e trovò il coraggio di presentarsi al capo dell’esercito per avere spiegazioni. Il capo lo trovò simpatico e lo dichiarò messaggero della regina . Ma ogni cosa ha il suo tempo e siccome il capo era diciamo (un po’ matto) lo rimandò indietro nel tempo! Finalmente quell’incubo era finito, oh mamma, ciao!

Ci sono state molte altre avventure in cui Tommy fu il protagonista, ma ce n’é stata una che non mi dimenticherò mai: quella con Lilli. Vi ricordate la dolcissima orsetta dagli occhi azzurri? Beh, ne ho parlato nella prima avventura di Tommy. Tutto cominciò così, proprio così… Dopo essersi sposati, i due orsi cominciarono a girare il mondo. Un giorno però, accadde che Lilli rimase incinta di due gemellini maschi! Tommy, però, partito per un viaggio a Miami, pensava che l’orsa l’avesse tradito con un altro orso. Quando ritornò a casa e vide che non c’era nessuno con Lilli, chiese spiegazioni alla moglie che, incredula, spiegò che doveva farsi un intervento al cervello! Tommy si calmò e cominciò a chiamare i suoi figli. Ma i due orsetti ebbero paura e scapparono dalla mamma!!! L’orso disse a sua moglie: <<Perché i miei figli hanno paura di me?>> Lilli rispose: <<Perché è la prima volta che ti vedono; ma tu, un po’ di cervello ce l’hai?>> Tommy, si sentì offeso e sbatté fuori di casa moglie e figli. Ma il tempo passava ogni giorno di più e l’orso non riusciva a stare senza famiglia. Fu così che Tommy volle riprendersi la moglie e gli orsetti. Ma quando aprì la porta di casa non trovò più la sua adorabile famiglia, bensì trovò un esercito pronto a farlo fuori! Lo aveva mandato Lilli per vendicarsi ma… Colpo di fulmine! L’orsa subito si innamorò dell’orso che all’istante abbracciò Lilli! I due orsetti che si chiamavano Veronica e Alberto presero confidenza con il padre e da quel giorno, precisamente alla ore 18:30 di sera, giocarono sempre insieme! Crescendo, gli orsi cambiavano da così a così…
   

Ecco una foto dei due orsi:

Come stavo dicendo prima, gli orsi cambiavano da così a così! Un giorno però, che Tommy non c’era, qualcuno bussò alla porta e Lilli aprì. Pensava che si sarebbe trovata di fronte il suo adorabile maritino, ma non fu così, perché appena aprì la porta le tirarono una freccia che la colpì direttamente al cuore! Voi, penserete che morì, ma non fu così, e volete sapere il perché? Beh il motivo è molto semplice! Quella freccia non era una freccia avvelenata, eh no, proprio no, (in questa fiaba non si parla di omicidi o di guerre) bensì, dolcificata con uno zucchero molto amaro che faceva svenire le persone a vista d’ occhio! Era stato Tommy, per fare uno scherzo a sua moglie! La fece rinvenire subito con uno o due “schiaffotti” sulle guance! I due orsi che sapevano tutto del piano escogitato dal padre contro la mamma, lo aiutarono a riportarla in casa. Quando l’orsa rinvenne, abbracciò il marito ed il matrimonio fu salvo! I due orsi (naturalmente) diventarono grandi!

                                                                                                                Gaia.

Dai un voto da 1 a 5:

Punti totali:  

Inizio pagina

  


 

 

Il mare, è come un oceano, solo un po’ più piccolo. Certe volte, mi chiedo se si possa affogare in esso. Ma, chissà? Il mare può essere tempestoso e, come dicevano i marinai dell’ottocento, “Mare in tempesta!” Il punto è che il mare può essere mosso o calmo. Sinceramente, credo che sia bellissimo e credo anche di andarmi a fare una gigantesca tuffata!

                                                                                                                        Gaia.

Dai un voto da 1 a 5:

Punti totali:  

Inizio pagina

  


Il tramonto, è un poema scritto in giallo, arancio e rosso. È un testo che si trova in prima pagina e che porta uguaglianza e sincerità nel mondo. Proprio come voglio io!

                                                                                                                 Gaia.

Dai un voto da 1 a 5:

Punti totali:  

Inizio pagina

  


L’Inverno, è  soprannominato: “Il Bianco”. Volete sapere il perché? Beh! Il motivo è molto semplice! Quello che cerco di dirvi, è che l’Inverno è la neve, è il sorriso e… ma soprattutto è  la gioia, è la gloria dentro di me!

                                                                                                                Gaia.

Dai un voto da 1 a 5:

Punti totali:  

Inizio pagina

  


Le   “COLLINE  AZZURRE”, sono un  posto dove la vita è più rallegrata! Un posto dove le immagini sono di colori diversi ma ugualmente scuri. Un giorno, andai su di queste colline ed ebbi la sensazione che provo quando vado sulle: “Montagne Russe”!

                                                                                                                 Gaia.

Dai un voto da 1 a 5:

Punti totali:  

Inizio pagina

 

Per qualsiasi reclamo riguardo il materiale di questa pagina, scrivete a piccolesorprese.it, troveremo insieme una soluzione.