Tuo IP:

 
 

Visite totali:

Visite di oggi:

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 



 

/un punto di vista strambo.htm

 

 

 

 

UN PUNTO DI VISTA STRAMBO (Zecchino n. 54)
Testo e musica: Flavio Conforti

 

Quando viene sera, la notte si fa nera
E col buio ci svegliamo.
Non aver paura nella notte scura
Se volando noi balliamo.
Mambo, dei pipistrelli,
Noi siamo quelli con il sangue alla testa
Quelli con un punto di vista
Strambo,
Siamo come ombrelli
Ombrelli neri, chiusi, appesi al soffitto.
Zampe in aria, testa di sotto.
Provaci un po’ anche tu, provaci!
Le gambe in aria, la testa in giù, dai prova!
Provaci un po’anche tu, provaci!
Prova a cambiare il tuo dritto punto di vista.
Mambo, dei pipistrelli
Noi siamo belli, sempre molto eleganti,
Neri, poi mettiamo anche i guanti,
Quando, balliamo il mambo
Muovendo passi lenti contro il soffitto
Attenti a non finire di sotto.
Provaci un po’ anche tu, provaci!
Le gambe in aria, la testa in giù, dai prova!
Provaci un po’anche tu, provaci!
Prova a cambiare il tuo dritto punto di vista.
E così capirai, che in fondo
L’unico tu non sei, nel mondo
Che il tuo dritto punto di vista è per noi un punto di vista
Strambo,
Parecchio strambo,
Come questo mambo
Che stai ballando
Che strambo!
Al rovescio usiamo la testa
Con un altro punto di vista,
Ogni notte diamo una festa
Tutti pronti a scendere in pista.
Dai aspetta un po’ che la notte sia scura
Vieni qui da noi balla senza paura,
Su nel cielo salirà con la sua scia
Una luna piena portando allegria.
Provaci un po’ anche tu, provaci!
Le gambe in aria, la testa in giù, dai prova!
Provaci un po’anche tu, provaci!
Prova a cambiare il tuo dritto punto di vista.
E così capirai, che in fondo
L’unico tu non sei, nel mondo
Che il tuo dritto punto di vista è per noi un punto di vista
Strambo.
Parecchio strambo,
Come questo mambo
Che stai ballando,
Che strambo!


 

Punteggio totale:

   

 

 

Se avete da reclamare riguardo il materiale di questa pagina, scrivete a piccolesorprese.it.